Entrando in Campucc10 si capisce subito di essere in uno spazio speciale dove davvero scultura, grafica, illustrazione, mosaico, arti orafe e design convivono con grande armonia ed entusiasmo.

Sculture, mobili, gioielli, grafiche, strumenti da lavoro e tanti eventi interessanti tutti in un unico spazio.

Siamo andati a conoscere i ragazzi di Campucc10 per capire meglio chi sono e cosa combinano.

Campucc10 è un’ associazione culturale dove si lavora e dove succedono molte altre cose.
Nello specifico ci sono 5 postazioni di lavoro suddivise in tre stanze, due dedicate ad attività laboratoriali ed una a studio per grafici ed illustratori. Inoltre c’è anche uno spazio espositivo comune aperto al pubblico, in cui vengono esposte sia le opere dei “residenti” sia le opere di artigiani ed artisti esterni, inoltre in questo spazio si organizzano eventi e workshop di varia natura.
Al momento a lavorare stabilmente in Campucc10 sono in tre: Marla Desii, orafa e disegnatrice di gioielli; Oliviero Draghi, scultore; Giorgio Fratini, illustratore.

C10_JPG_01_S_O_G_MCom’è nato Campucc10?

La Fondatrice di questo progetto è Eleonora Neri, restauratrice di mobili e piccoli oggetti di arredamento del ‘900, che tre anni fa ha scovato questo spazio inutilizzato e lo fatto rivivere.
Partito come un progetto solitario, si è trasformato quasi subito in qualcosa di più ampio.
Appena ci siamo incontrati infatti è scattata subito una scintilla tra di noi e quasi subito abbiamo aderito al progetto di Eleonora, anche perchè avevamo davvero bisogno di un vero e proprio spazio di lavoro. Piacersi fin da subito sia a livello personale che lavorativo è stato comunque un aspetto fondamentale per dare inizio a questo progetto condiviso. Nonostante Eleonora abbia dovuto lasciare Firenze e di conseguenza Campucc10, l’obiettivo del progetto non è stato modificato: questo spazio è il luogo dove ognuno di noi può portare avanti il proprio lavoro personale e dove promuovere il lavoro di altri artisti, artigiani, designer, e dove far nascere collaborazioni di qualsiasi tipo.
Essendo quindi un posto aperto, in questi tre anni ci sono stati vari arrivi e varie partenze, sono passate tante persone che hanno sempre, in un modo o in un altro, lasciato un traccia importante e con le quali tuttora esistono collaborazioni.
Alcune di queste sono state Elena Tarsi, architetto urbanista; Irene Iunco , graphic designer; Sara di Gregorio restauratrice mosacista; Coypù che tuttora espongono nello spazio i loro mobili realizzati con materiali di recupero.

C10_JPG_12_STUDIOC10_JPG_11_STUDIOC10_JPG_13_STUDIOMa com’è la giornata tipo di Campucc10?

C’è stato un periodo in cui Giorgio era il più assiduo frequentatore, al momento invece è quasi sempre Marla ad aprire il bandone la mattina.
Durante la giornata capita spessissimo che ci ritroviamo a collaborare in maniera ormai naturale, scambiandoci idee e confrontandoci. Marla ad esempio appena termina un gioiello ce lo mostra per suggerimenti e pareri e capita spesso che chieda aiuto a Giorgio per i nomi dei propri prodotti.

C10_JPG_03_GIORGIOC10_JPG_04_GIORGIOC10_JPG_05_MARLA1C10_JPG_10_SARAC10_JPG_08_OLIVIERO C10_JPG_07_OLIVIEROAnche per quanto riguarda i workshop spesso cerchiamo di unire le nostre professionalità così da offrire momenti formativi originali e variegati, come nel caso del prossimo workshop in programma, “Crea il tuo gioiello in mosaico”, in cui Marla e Sara proporrano ai partecipanti di unire l’arte orafa con la tecnica del mosaico.

E poi la sera ci capita molto spesso di organizzare qualche evento speciale in cui vengono coinvolti creativi esterni, come le mostre organizzate qualche giorno fa con Dulundu-u Projectx e con l’orafa Giulia Pistolesi.

Quasi sempre alla fine della giornata di lavoro ci ritroviamo tutti insieme la sera, momento in cui ci incontriamo anche per decidere le varie scelte dell’associazione magari in compagnia di una bella pizza fumante.

E adesso chi state cercando?

Al momento abbiamo due postazioni libere: una nella zona adibita a laboratorio ed una in quella dello studio. Le possibilità di adesione sono due: solo postazione di lavoro a 110 euro (+ spese) o postazione di lavoro e vetrina espositiva a 170 euro (+spese).
Non stiamo cercando solo persone con cui dividere le spese, ma persone che, come tutti quelli che sono già passati da qui, hanno voglia di farsi affascinare da questo progetto apportando le proprie conoscenze ed il proprio entusiasmo.
E poi Campucci10 è proprio in una zona speciale di Firenze dove lo spirito artigianale creativo si respira nell’aria grazie anche ad Arnold, un progetto di cui facciamo parte e che ha l’obiettivo di mappare tutti gli artigiani creativi della zona per farli conoscere e promuoverli in maniera originale.

Campucci10 è tra le storie raccolte nella mostra fotografica TALENTS STORIES, nuovi talenti creativi.

Le immagini sono di Francesco Brunelli.